logo formedil
 
[ COME RAGGIUNGERCI ]  
login top
[ Area Riservata ]
Username:
Password:
 
login bottom
 
Homepage
Il FORMEDIL
Le Scuole
I Corsi
Le News
La Rassegna Stampa
La Normativa
Le Circolari
I Progetti
I Links
chiusura
Rapporto Formedil
Piattaforma FAD
Reforme
Capocantiere nell'edilizia storica
Contatta il Formedil
ricerca
Progetto PSP
Progetto Fondimpresa
Progetto Bricklayer
Progetto CALE
Giornate della formazione in edilizia
Ediltrophy 2010
ance feneal uil
filca cisl fillea uil
a.n.a.e.p.a. cna costruzioni
C.L.A.A.I. casartigiani
aniem agci
confcooperative legacoop

Accessi da settembre 2006:

994424

Report dettagliato

intermezzo
la formazione per l'industria delle costruzioni
banner testata
Via Alessandria, 215 - 00198 ROMA - Tel. 06.852612 - Fax 06.85261700 - e-mail: formedil@formedil.it
le news
 
10.10.2011

EDILTROPHY 2011
Ediltrophy 2011: Sono di Prato e Reggio Emilia i migliori muratori d?Italia
Fonte: Strategie & Comunicazione

Forte la presenza in gara di giovanissimi under 18 , attratti dalla prospettiva di lavorare e rendersi indipendenti
Fiera di Bologna, 8 ottobre 2011

La sfida nazionale di Ediltrophy 2011, la gara di arte muraria promossa dal Formedil (Ente nazionale per la formazione e l’addestramento professionale nell’edilizia), in collaborazione con il Saie e con Iiple (la Scuola Edile di Bologna), tenutasi oggi in Fiera, ha visto prevalere Ciro Macaluso ed Ettore Abruzzese della squadra di Prato per la categoria “senior”, mentre per la categoria “junior” hanno ricevuto il primo premio Michele Fontana e Bujar Bodini, della scuola edile di Reggio Emilia.
Al secondo posto, si sono classificati Palmiro Bevacqua e Domenico Bellantone, della squadra senior di Reggio Calabria, davanti a Cristian Popa e Marcel Bogdan Popa, della squadra junior di Lucca, che hanno ricevuto il terzo premio.
Il Premio per la sicurezza è andato invece a Gabriel Davit e Federico Sandrini, della scuola edile CIPET di Torino. Grande, comunque,  la soddisfazione di tutti i partecipanti,  trattandosi di un master per campioni già vincitori delle rispettive selezioni regionali.
L’iniziativa, giunta alla sua quarta edizione, prevedeva la costruzione a regola d’arte di panchine in muratura “faccia a vista”, secondo un disegno tecnico fornito all’inizio della competizione. Panchine che verranno donate al Comune di Bologna, in segno di ringraziamento per l’ospitalità offerta alla manifestazione. Ad affrontarsi sono stati 44 operai di età compresa tra 15 e 61 anni, divisi i 12 squadre junior, composte da giovani apprendisti o giovanissimi allievi, e 10 coppie di mastri senior. Si tratta dei vincitori delle selezioni regionali, che hanno riguardato 130 squadre composte ciascuna da due lavoratori. Tutti i muratori hanno lavorato alacremente per 5 ore, mettendo in campo esperienza, abilità e qualità del lavoro, di fronte ad un pubblico incuriosito.
La novità di quest’anno è la prevalenza di coppie junior rispetto alle squadre senior. “Siamo molto soddisfatti della forte partecipazione dei giovani nella manifestazione. Per la prima volta vediamo i ragazzi italiani tornare all’edilizia. Dopo anni di prevalenza di lavoratori stranieri, con la crisi registriamo quest’anno una netta prevalenza di italiani e soprattutto di giovanissimi - spiega Massimo Calzoni, presidente del Formedil -. Molti under 18 che frequentano le Scuole Edili hanno passato le selezioni regionali e sono arrivati in finale”.
Giovani, carini, ma soprattutto occupati. Mostrano entusiasmo e determinazione i minorenni che hanno partecipato alla gara. Il motivo principale per il quale hanno scelto di fare il muratore è la possibilità di trovare lavoro. “Questo è un settore che offre maggiori opportunità di occupazione a chi sa fare bene il proprio mestiere” dicono in coro. C’è chi ha il papà che lavora nel comparto e sogna di aprire un’impresa propria e chi ha visto il cugino “iniziare a dedicarsi a questa attività e guadagnare bene, mentre chi si è laureato sta ancora cercando lavoro o si è ritrovato a sua volta a fare il muratore”. Allora perché non cominciare a farlo da subito, assolvendo all’obbligo scolastico formativo con un percorso per operaio edile presso il centro di formazione professionale per l’edilizia? L’allievo per tre anni ogni settimana frequenta per tre giorni le lezioni in classe e per due giorni il laboratorio in cantiere. Nell’ultimo anno vive l’esperienza dello stage in azienda e, dopo l’esame, ha la possibilità di restare a lavorare per la stessa impresa. Così, affermano i ragazzi, si potrà “raggiungere l’indipendenza e riuscire ad andare via di casa a 25 anni”.
Abilità e sicurezza al primo posto. Franco Gullo, vicepresidente del Formedil, sottolinea l’importanza di acquisire insieme con le capacità lavorative anche la consapevolezza dei rischi, per garantire una maggiore sicurezza sul lavoro. “Si tratta di valori che bisogna trasmettere di pari passo - ha dichiarato -. Un compito che spetta alle Scuole Edili, che svolgono un lavoro a tutto tondo: formano i nuovi lavoratori, riqualificano i disoccupati, offrono percorsi formativi di specializzazione”. Coinvolgere i giovani nella gara quest’anno “ha rappresentato per noi un motivo di grande soddisfazione: gli apprendisti e gli allievi rappresentano il futuro del settore e il frutto concreto dell’eccezionale lavoro fatto sul territorio dalle scuole”.
I premi. Le prime squadre classificate (senior e junior) hanno vinto un premio di 1.500 euro; le seconde, di 1.000 euro; le terze, di 500 euro. La Scuola di Torino, vincitrice del Premio sicurezza, ha ricevuto infine la coppa del Formedil.

Il video del servizio andato in onda sul tg2 delle 13 di sabato 8 ottobre è consultabile all'indirizzo
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7cd8ccd2-98fe-44bd-98a1-8c8ae2d15df7-tg2.html#p=1

Una prima rassegna fotografica dell'evento è consultabile e scaricabile dal sito Formedil  attraverso FlicKr all'indirizzo http://www.flickr.com/photos/formedil/sets/72157627859455960/show/


il Formedil

 


Per maggiori informazioni: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7cd8ccd2-98fe-44bd-98a1-8c8ae2d15df7-tg2.html#p=1
 
copyright FORMEDIL 2007 - p.iva: 04908451000 - credits - privacy policy - cookie policy